Marco 9,33 - 41

Servire con umiltà e carità

[33] 33Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». [34] 34Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. [35] 35Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l'ultimo di tutti e il servitore di tutti». [36] 36E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: [37] 37«Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato».
[38] 38Giovanni gli disse: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perchè non ci seguiva». [39] 39Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perchè non c'è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: [40] 40chi non è contro di noi è per noi.
[41] 41Chiunque infatti vi darà da bere un bicchiere d'acqua nel mio nome perchè siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa.